• Ski4people incontra: Francesco Santini



    Ciao Checco, dicci qualcosa di te...
    Sono nato a Cortina d'Ampezzo un po’ di anni fa, quando ancora si usavano gli scarponi in cuoio e si pagavano le tasse ahahahahhaha... Ho sempre avuto due sole grandi passioni: lo sci e le moto (vabbè, ce ne sarebbe una terza ma andremmo off topic, aahahahha). Le coltivo entrambe più che posso: di una ne ho fatto il mio lavoro, l’altra è diventato il mio hobby e lo coltivo nei weekend passati sulle due ruote con mio figlio.

    Come sei entrato in Dalbello?
    Sono entrato alla Dalbello circa 15 anni fa ... avevo altre 2 proposte di aziende concorrenti, ma ho preferito andare alla Dalbello, anzi ci siamo piaciuti e preferiti, perché avrei avuto più spazio di crescita e la possibilità di lavorare, toccando e testando direttamente il prodotto e le mie creazioni.

    Parlaci del tuo lavoro...
    Disegno, coloro, testo e accarezzo tutti gli scarponi della Dalbello: dal semplice monoleva da bambino al nostro articolo da Gara, fino ai vari scarponi da Freeride. Tutti sono sviluppati, colorati, testati e costruiti con la stessa identica passione e testati sia da parte mia che da parte di tutti i miei colleghi della modelleria. Ogni articolo passa dal mio super PC e, tramite la collaborazione di tutto il team, vestito nel modo migliore utilizzando i migliori software di grafica in circolazione. Manualità, passione e artigianalità, supportati dalla migliore tecnologia disponibile.

    Dalbello, in particolare coi modelli da freestyle, si è contraddistinta per il suo design molto originale. C'è stato un momento, nell'azienda, in cui si è deciso di investire su questo aspetto? Ce ne racconti la genesi?
    Dalbello investe e segue sempre evoluzione del mondo sci...da anni investiamo a 360 gradi e i risultati ci danno ragione infatti siamo una della migliori aziende nel mondo free e stiamo crescendo molto bene nel mondo race...siamo sempre tra i primi nel mondo all mountain... non diamo tutte le risorse in un solo settore ma in tutti...

    Quale è stata la risposta del mercato a queste innovazioni stilistiche?
    il mercato all'inizio è sempre molto cauto nel recepire le novità , specie in sti anni di crisi, ma poi è lo stesso consumatore a chiedere al mercato le nostre news... infatti noi ascoltiamo molto sia il mercato ma soprattutto il consumatore finale.

    Ci dici qualcosa delle tecnologie utilizzate per ottenere i risultati voluti?
    In Dalbello adottiamo sempre un mix tra le ultime tecnologia e le tecnologie della vecchia scuola, come il taglio a mano della plastica o la cucitura a mano delle scarpette. Quindi dalla super fresa a controllo numerico, alla stampante 3d , dal super computer anche ad un semplice taglierino: tecnologie vecchie e nuove lavorano in simbiosi per creare il prodotto perfetto (secondo noi, aahahha). Siamo sempre in costante evoluzione su tutto: una volta le prove colore venivano fatte su campionature ottenute spruzzando colore sulle resine, oggi vengono fatte al PC utilizzando programmi di grafica avanzata.

    Il modello che ti ha dato maggiori soddisfazioni?
    mmhh … io li amo un po’ tutti, come fai a chiedere alla mamma qual è il suo figliolo preferito? Ma se proprio ti devo rispondere, le mie preferenze sono per tutti i modelli da Freeride e Freestyle. Non nascondo la mia anima da rider libero amante della montagna vera ... quindi i miei modelli preferiti sono lo Sherpa e, in futuro, il Lupo .

    Lo scarpone del futuro secondo te come sarà?
    Un Dalbello, naturalmente (e qui non smette più di ridere)... seguiteci e ne vedrete della belle. A parte gli scherzi ... secondo me sarà uno scarpone polivalente in grado di accontentare ogni singola esigenza del consumatore... Comodo, performante, bello: cioè un Dalbello! (e giù a ridere di nuovo).

    Dopo essere tornati seri, rimangono solo i saluti. E il buon Checco ci fa dono di due immagini dei nuovissimi Sherpa, scarpone da skialp che a partire dalla stagione 2012/2013 sostituirà il Virus, e il Lupo, attualmente allo stato di prototipo


    Ciao Checco, grazie per le immagini, e tienici informati
    Ciao e

    Dalbello Sherpa



    Dalbello Lupo

    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di miki morepowder
      miki morepowder -
      GRande checco sempre il numero 1!!!!!!!!!
    1. L'avatar di nick66
      nick66 -
      Dalbello è una scarpa che aveva ai piedi Gigi, maestro di Nicole a Livigno e devo dire la verità che almeno esteticamente mi piaceva e parecchio...
    1. L'avatar di Simone
      Simone -
      Complimenti all'intervistato, ma anche e soprattutto all'intervistatore
    1. L'avatar di botto
      botto -
      Grande personaggio
    1. L'avatar di Pat
      Pat -
      Io ho dall'anno scorso il modello axiom e li trovo perfetti per i miei piedi: comodi come un guanto ma precisi come un bisturi , facili da mettere e da togliere... solo che quando si mettono si sorride perchè si inizia una bella giornata di sci, e quando si tolgono si sorride perchè si è passata una bella giornata di sci. Trovo molto utile la regolazione dell'alzata interna della parte centrale/posteriore della soletta, quella su cui poggia il tallone.