• Il mercato dello Sci in Italia nel 2012/2013

    Dati sul Mercato italiano
    9^ edizione 2012 – 2013


    ​Il Pool sci Italia si è assunto, da nove anni, il compito di raccogliere all’interno delle proprie consociate e con la collaborazione di altre aziende che hanno aderito all’operazione pur non essendo consociate, i dati riguardanti il mercato italiano delle attrezzature per lo sci.
    La raccolta di tali dati non tocca la totalità del mercato ma si può ragionevolmente supporre che le aziende che hanno aderito all’inchiesta rappresentino, in riferimento alle tre categorie in questione, oltre il 90% dello stesso.


    I dati si riferiscono alle seguenti aziende:
    SCI: Atomic Blizzard Dynastar Elan Fischer Head Nordica Rossignol Salomon Vőlkl
    ATTACCHI: Si considerano gli attacchi venduti in abbinata dalle aziende SCI
    SCARPONI: Atomic Dal Bello Lange Fischer Head Nordica Rossignol Salomon Tecnica
    Dall’ edizione 2010 - 2011 alla categoria SCI si è aggiunto il marchio BLIZZARD e alla categoria ATTACCHI si sono aggiunti gli attacchi venduti in abbinata agli sci BLIZZARD.
    Per anno si intende il periodo che intercorre tra il 1° Aprile di un anno ed il 31 Marzo dell’anno seguente.
    La raccolta e l’elaborazione dei dati sono state curate dal Pool Sci Italia.


    I DATI 2012/2013
    Paia di sci venduti: 173.837
    Paia di attacchi venduti: 171.464
    Paia di scarponi venduti: 175.892
    Fatturato sci: 26.775.683
    Fatturato attacchi: 9.775.409
    Fatturato scarponi: 16.423.624
    Per fatturato si intende il fatturato netto al negozio iva esclusa.
    Per venduto si intende tutti gli sci, in qualsiasi forma, messi sul mercato.

    SCI - tendenze di mercato
    N.B. Dal 2010-2011 è considerato anche il marchio Blizzard.
    Tabella 1
    Stagione
    Paia di sci venduti
    2004-2005
    398.149
    2005-2006
    375.604
    2006-2007
    327.139
    2007-2008
    220.178
    2008-2009
    240.891
    2009-2010
    247.656
    2010-2011
    263.774
    2011-2012
    220.453
    2012-2013
    173.837




    Tabella 2
    Stagione
    Fatturato
    2004-2005
    59.165.343
    2005-2006
    54.026.932
    2006-2007
    46.710.945
    2007-2008
    30.970.049
    2008-2009
    35.102.677
    2009-2010
    35.045.691
    2010-2011
    39.075.475
    2011-2012
    34.700.592
    2012-2013
    26.775.683



    ATTACCHI - tendenze di mercato
    Dal 2010-2011 è considerato anche il marchio Blizzard.

    Tabella 3
    Stagione
    Attacchi venduti
    2004-2005
    373.318
    2005-2006
    335.368
    2006-2007
    313.403
    2007-2008
    220.806
    2008-2009
    240.857
    2009-2010
    244.790
    2010-2011
    264.336
    2011-2012
    220.059
    2012-2013
    171.464


    Tabella 4
    Stagione
    Fatturato Attacchi
    2004-2005
    20.480.908
    2005-2006
    17.069.165
    2006-2007
    16.432.010
    2007-2008
    12.660.775
    2008-2009
    13.503.386
    2009-2010
    13.253.469
    2010-2011
    13.194.150
    2011-2012
    11.380.692
    2012-2013
    9.755.409




    SCARPONI tendenze di mercato
    Dall’anno 2008-2009 non è più presente nella statistica il marchio Dolomite cui è subentrato il marchio Dal Bello.
    Tabella 5
    Stagione
    Scarponi Venduti
    2004-2005
    326.655
    2005-2006
    331.161
    2006-2007
    314.722
    2007-2008
    232.331
    2008-2009
    225.294
    2009-2010
    251.489
    2010-2011
    262.710
    2011-2012
    235.189
    2012-2013
    175.892


    Tabella 6
    Stagione
    Fatturato Scarponi
    2004-2005
    26.787.291
    2005-2006
    27.180.493
    2006-2007
    26.713.572
    2007-2008
    20.757.524
    2008-2009
    20.869.940
    2009-2010
    23.535.355
    2010-2011
    24.906.433
    2011-2012
    22.473.942
    2012-2013
    16.423.624



    Fatturato complessivo
    Tabella 7
    Stagione
    Fatturato Complessivo
    2004-2005
    106.433.542
    2005-2006
    98.276.590
    2006-2007
    89.856.527
    2007-2008
    64.388.348
    2008-2009
    69.476.003
    2009-2010
    71.834.515
    2010-2011
    77.176.058
    2011-2012
    68.555.226
    2012-2013
    52.954.716



    Prezzi medi di vendita per paio
    (netti al negozio iva esclusa)
    Il dato sci + attacco e’ solamente indicativo.
    Tabella 8
    Stagione
    Sci
    Attacchi
    Sci+
    Attacchi
    Scarponi
    2004-2005
    148.60
    54.86
    203.46
    82.00
    2005-2006
    143.84
    50.89
    194.73
    82.07
    2006-2007
    142.78
    52.43
    195.21
    84.87
    2007-2008
    140.65
    57.33
    197.98
    89.34
    2008-2009
    145.72
    56.06
    201.78
    92.63
    2009-2010
    141.50
    54.14
    195.64
    101.39
    2010-2011
    148.14
    49.91
    198.05
    94.81
    2011-2012
    157.40
    51.71
    209.12
    95.55
    2012-2013
    154.02
    56.89
    210.92
    93.37





    Commenti 15 Commenti
    1. L'avatar di suxkaka
      suxkaka -
      A me il dato che più impressiona è quello dei prezzi medi di vendita di sci+attacchi e scarponi...

      Siamo intorno ai 200€ per i primi e sotto i 100€ per i secondi.

      Praticamente vien fuori che il mercato lo fanno gli entry level!
    1. L'avatar di botto
      botto -
      Anch'io sono rimasto sorpreso dal prezzo medio così basso: forse i grandi numeri vengono dai Decathlon & co. e lì vanno per la maggiore gli entry level?
      Oppure adesso che i noleggi si sono diffusi sempre più, grazie ai volumi spuntano prezzi che abbassano la media?

      ma davvero inspiegabile è stato il crollo della stagione 2007-2008: o meglio, è spiegabile con il fattore neve, perchè se ricordate il 2006/2007 è stato l'anno orribile per il caldo e la poca neve (almeno questo io ricordo al nord est) e gli effetti si sentono l'ano dopo.
      Ma la grande crisi mondiale è di fine 2008/inizio 2009 e invece, forse proprio grazie ai minimi del 2007-2008, addirittura il 2008/2009, malgrado la paura a livello mondiale, ha visto degli aumenti.

      Il 2012/2013 soffre (ai minimi dell'ultimo decennio i volumi!!!) e non fatichiamo a capirlo .....

      Comunque sono numeri che, seppur noti, sono davvero impietosi
    1. L'avatar di marchen
      marchen -
      A me impressiona che i numeri si sono dimezzati in 9 anni.
    1. L'avatar di aml961
      aml961 -
      Mi piacerebbe sapere se esistono simili statistiche per il mercato snowboard (tavole/attacchi/scarponi) e vedere l'andamento nel tempo.

      Per i prezzi medi (che a noi appassionati sembrano bassi) credo che in parte derivi dal fatto che molti acquisti di sci e scarponi saranno per bambini/e e ragazzi/e.
    1. L'avatar di suxkaka
      suxkaka -
      Citazione Originariamente Scritto da botto Visualizza Messaggio
      ma davvero inspiegabile è stato il crollo della stagione 2007-2008
      Secondo me bisogna tener conto del fatto che i numeri di vendita nei primi anni 2000 sono "drogati" dalla rivoluzione carving.
      Una volta che più o meno tutti si sono adeguati allo sci sciancrato è normale arrivi un calo.
      Poi è arrivata la crisi a metterci sopra il carico!
    1. L'avatar di Super Papero
      Super Papero -
      Se in 9 anni Il prezzo medio è rimasto praticamente invariato, il fatturato ha avuto una contrazione del 60% !
      Questa è la conferma che il mercato, e la mentalità dello sciatore, non sono cambiati: non viene percepita la differenza tra uno sci entry level ed uno top di gamma, insomma, come spesso sento dire, "uno sci è uno sci !".
      Anche "un'auto è un'auto", ma ai molti è più facile comprendere la differenza tra una Panda ed un Cayenne, che tra uno sci schiumato ed uno in sandwich.
      Ciò che invece è cambiata è la disponibilità economica!
    1. L'avatar di drey
      drey -
      Sono aumentate molto più che l'inflazione, in questi ultimi anni, altre voci di spesa (leggi benzina e pedaggio autostradale, oltre che costo dello skipass). Quindi la gente da qualche parte deve ridurre... Ed ecco che l'attrezzatura ne fa le spese.

      Interessante il discorso di suxkaka sul ricambio generazionale dovuto al carving, ma per dire che sia stato effettivamente così, bisognerebbe andare ancora più indietro coi dati per fare un raffronto.

      Io mi pongo un'altra domanda: quanti sci sono stati acquistati, dall'Italia, all'estero? E viceversa? Probabilmente si tratta di numeri piccoli, ma sarei comunque curioso di saperli....
    1. L'avatar di botto
      botto -
      In effetti se il prezzo medio di acquisto è quasi invariato nell'ultimo decennio, a fronte di prezzi degli sci che sono certamente aumentati, penso che significhi tre cose:
      - l'utente approfitta di offerte e vendite promozionali, magari acquistando lo sci della stagione precedente
      - l'utente si orienta su sci di gamma più bassa
      - l'incidenza degli acquisti on line (ed ilconseguente risparmio) si fa sentire

      Eppure il dato mi sorprende: se si contraggono i volumi, vuol dire che lo sci è sempre più appannaggio degli appassionati, e questo dovrebbe fare elevare il prezzo medio di acquisto rispetto ai periodi di boom.
    1. L'avatar di Umbri
      Umbri -
      Molto interessante. Me lo studio un poco
    1. L'avatar di FODOMA
      FODOMA -
      Scusatemi, ma come fate a lanciarvi in considerazioni e analisi così sofisticate ?

      Questo articolo dice che si sono venduti meno sci negli ultimi anni, stop.

      Qualunque altra considerazione a mio avviso non ha fondamento,
      perchè mancano tutti i dati fondamentali per stabilire le cause del fenomeno,
      figuriamoci poi delle correlazioni fra questo e quel fenomeno !

      - Qual'è il tempo medio di ri-acquisto / acquisto di sostituzione di uno sci, e come si è mosso negli anni ?
      --> Se non conosco questo dato posso solo dire che si vendono meno sci, ma non che ci sono meno sciatori,
      per non parlare del n. di sci x testa.....credo che di matti come noi con più di un paio di sci ce ne siano pochi e sempre meno.

      - Qual'è il valore e qual'è il trend del mercato dell'usato ???
      --> Magari scopro che le vendite di sci usati compensano il calo di fatturato del nuovo,
      e magari scopro che si vendono molti top di gamma usati,
      e vanno a farsi benedire tutti i discorsi su quanti principianti, quanti appassionati etc...

      - Quanto sta crescendo ( secondo me tanto... ) il noleggio ?
      --> I tempi medi di riacquisto di un noleggiatore sono gli stessi di un rivenditore ?
      No, dal momento che nei noleggi trovi spesso roba di 2-3 a volte 4 stagioni fa.

      E potrei continuare a lungo...

      Tutto questo per dire che sono dati interessanti per carità, ma da qui a tirarci fuori delle analisi qualitative ci andrei piano
    1. L'avatar di botto
      botto -
      beh Foddy, tutto giusto quel che scrivi .... ma i numeri sono così eclatanti (non parliamo di pochi punti percentuali ma di vendite ben più che dimezzate) e di un osservatorio così lungo (9 stagioni sciistiche) che delle valutazioni si possono anche provare a fare.

      Di certo, come dici tu ed avevo già scritto anch'io, il fenomeno noleggio si è diffuso e questo, per quanto sia, abbassa il n° di pezzi venduti (in quanto si suppone che uno stesso sci venga usato da molti sciatori, nessuno dei quali acquista uno sci).

      E credimi: l'andamento meteo/neve incide moltissimo sulle vendite, sia dell'anno in corso che dell'anno successivo. Questo me l'hanno i negozianti.
    1. L'avatar di Umbri
      Umbri -
      Citazione Originariamente Scritto da suxkaka Visualizza Messaggio
      A me il dato che più impressiona è quello dei prezzi medi di vendita di sci+attacchi e scarponi...

      Siamo intorno ai 200€ per i primi e sotto i 100€ per i secondi.

      Praticamente vien fuori che il mercato lo fanno gli entry level!
      e questo è strano considerando quanti fenomeni autocreati scendano con l'attrezzatura race anche se non hanno idea di cosa significi sciare.
    1. L'avatar di suxkaka
      suxkaka -
      Citazione Originariamente Scritto da Umbri Visualizza Messaggio
      e questo è strano considerando quanti fenomeni autocreati scendano con l'attrezzatura race anche se non hanno idea di cosa significi sciare.
      Vero...
      Ma quello che vediamo e percepiamo noi, sia online che sulle piste, rappresenta una parte infinitesimale rispetto all'intera utenza ed il dato potrebbe esserne un'ulteriore conferma.
    1. L'avatar di drey
      drey -
      Io penso comunque che le considerazioni personali, al di là della validità dei loro ragionamenti, siano un indice della percezione che hanno del mercato e della realtà gli utenti e gli appassionati del settore, per cui ben vengano le opinioni



      Della contrazione delle vendite sapevo già, piuttosto quello che mi ha sorpreso è il fatto che il prezzo medio al negozio sia di fatto invariato, mentre il prezzo di listino mi sembra che abbia subito un aumento maggiore. Ma mancano i dati categoria per categoria per poter fare delle considerazioni con cognizione di causa.
    1. L'avatar di christiania
      christiania -
      andrebbe fatto un rapporto anche con il costo skipass / vendite effettive su un ventaglio di 100 stazioni nord 70%-centro 15%-sud15% e valutare il mercato attrezzo con quello dell'effettivo accesso alla neve. sicuramente si vedrebbero cose interessanti.
      last but not least il valore effettivo d'acquisto che ha lo stipendio italiano....sempre più a diminiuire e a picco...

      poi ovviamente i dati proposti sono tutti da interpretare...
      livello tecnico attrezzatura venduta....perchè se per un principiante total beginner la scelta più ovvia è il noleggio, non così per uno sciatore avanzato o che comunque ha più di 15 anni di sci nelle gambe.