• LEUKERBAD, DOVE LO SCI E' UN OPTIONAL. TERME TUTTO L'ANNO

    Se c’è un periodo ‘morto’ nell’ambiente sciistico è proprio questo di metà maggio. Anche se la neve scintilla alta sul verde delle valli (e lo sci alpinismo regala le ultime e grandi soddisfazioni) , le stazioni sciistiche ‘dormono’, e perfino quasi tutti i ghiacciai vengono fatti riposare. Tutto sbarrato, ovviamente. Ma proprio questo periodo dà lo spunto per raccontare di una bella stazione sciistica che invece non chiude mai completamente le sue infrastrutture e che anzi – durante lo stesso inverno - fa dello sci da discesa un optional fra i tanti disponibili. Si tratta di Leukerbad.

    Stretta fra alte pareti di roccia in una piccola laterale del Vallese, al confine fra zona francofona e tedesca, è un’antica stazione che conserva una spiccata duplice attitudine. Sci e terme. Terme che funzionano tutto l’anno, e che danno una decisa impronta al paese, con le massicce architetture alberghiere un po’ Belle Epoque e i grandi centri acquatici termali (tutti riccamente rimodernati), fra cui fanno capolino le ultime (poche) vecchie case vallesane. Questo per rimarcare una volta di più come lo sci nell’economia turistica non sia la voce principale (sebbene le giornate skipass totali siano state 832.000 nel 2013-14, mica poche! Vuol dire comunque una media di 6000-7000 persone al giorno nel comprensorio). Dobbiamo abituarci a questo, e tutte le stazioni, grandi e piccole, a ogni latitudine, dovranno rassegnarsi a diversificare al massimo l’offerta (come già alcune stanno facendo). D’accordo, Leukerbad è un caso limite, dove può succedere di trovarsi in solo poche centinaia di sciatori in discese in pista o in fresca in un comprensorio di tutto rispetto, 50 km, tutto per sé… mentre i più si sollazzano fra vapori e acque calde. Noi di Ski4people, ai piaceri termali e dintorni, preferiamo certo la ski area Torrent, che a scorci e situazioni all’antica (skilift ad ancora, stradine) alterna grandi scenari e valloni fra alte rocce con qualche impianto moderno (da non perdere i 10 km di discesa dai 2610 m ai 1540 m di Flaschen, passando per il tratto nero della pista Torrentstaflen).

    Ma non si può non rilevare l’importanza, per esempio, di una zona servita da un’avveniristica funivia mozzafiato (rinnovata nel 2012), nell’altro versante, sulla quale in centinaia vanno a passeggiare, a fare fondo o a slittare in uno stupendo e severo paesaggio di alta quota: il Gemmipass, 2350 metri, dotato di un impressionante numero di itinerari marcati (70 km in tutto). Il più lungo permette addirittura di arrivare a Kandersteg a piedi. Solo in Svizzera, ormai, ci si può permettere di fare funzionare una megafunivia d’inverno – senza piste da sci. Ma tornando alle acque termali, note dal tempo dei Romani, 65 sorgenti fino a 51 gradi, per quasi 4 milioni di litri al giorno…. Le 4 strutture pubbliche e le tante private lasciano veramente a bocca aperta. Sulle acque surgive c’è perfino un sentiero tematico attrezzato con passerelle tra le rocce, sulle gole della Dala. E si può – tutto l’anno – anche seguire visite guidate agli impianti tecnici di funzionamento dello sfruttamento delle sorgenti, per capire gli aspetti ambientali. E poi è tutto un trionfare di situazioni ed eventi legati alle acque. Da quelli kitsch tipo la prima colazione in piscina con champagne, grazie a vassoi galleggianti, nelle Leukerbad Therme; a quelli più fascinosi come le notti romano irlandesi alle Walliser Alpentherme & Spa, tutto in costume … adamitico; fino agli show Aqua Mystica, sempre alle Leukerbad Therme, fra atmosfere lounge e rievocazioni.


    Tutto possibile anche in questa bassa stagione, in attesa di un’estate con 300 km di sentieri, 19 percorsi per mountain bike, e una spettacolare via ferrata sulle rocce quasi dolomitiche del Dauberhorn che sovrastano il paese (1000 metri di dislivello, che richiedono 8 ore) o, sempre al Gemmi, la nuova Via Ferrata Avventura. E lo sci? Beh, a Leukerbad, se ne riparla a metà dicembre. Sci+terme naturalmente.
    www.leukerbad.it
    Commenti 3 Commenti
    1. L'avatar di Pat
      Pat -
      meglio questo link www.leukerbad.ch/it/

      Prima o poi mi piacerebbe andare in questo posto magico; ho visto una volta un servizio sulla RTSI e me ne sono innamorato da allora... Certo che una vacanza completa in Svizzera non è chia proprio agevolissima da affrontare economicamente, rispetto ad altre mete comunque molto valide...
    1. L'avatar di erni1967
      erni1967 -
      In giornata è fattibile Pat, anche se lunga, fai conto che ci vogliono almeno 3h da Verbania.
      Ci sono andato per tanto tempo, sia in estate che in inverno, a volte a fare scialp, mai a sciare però.
      Con l'apertura delle terme a Premia, almeno per me ha perso un po' di appeal.
    1. L'avatar di Pat
      Pat -
      In compenso son stato a Premia anche io ... con moglie e figli; penso che ci ritornerò, mi ero trovato bene. Allora alloggiammo "Al vecchio scarpone" a Baceno (suite familiare soppalcata e cucina buona e genuina).